La cultura visuale nel ventunesimo secolo. Cinema, teatro e new media

Questo volume si offre come contributo alla ricerca dei visual studies e si pone l’obiettivo, riprendendo le parole di Mitchell, di “squarciare il velo di familiarità e di autoevidenza che ammanta l’esperienza del vedere, e trasformarla in un problema da analizzare, in un mistero da svelare”.

E, in particolare, tale obiettivo lo si intende raggiungere mediante il coinvolgimento di studiosi appartenenti al settore di studi di cinema, teatro ed estetica.

Gli autori che firmano i diversi saggi presenti in questo volume – Vito Zagarrio, Ruggero Eugeni, Roberto Tessari, Carla Bino, Salvatore Tedesco, Elio Ugenti, Denis Bratto, Michele Guerra, Andrea Rabbito, Simone Arcagni, Stefania Rimini, Dario Tomasello, Giulia Raciti, Francesco Parisi, Rino Schembri – indagano alcuni dei punti fondamentali riguardanti il problema della rappresentazione visiva, non solo attuale ma anche del passato, per evidenziare come il visuale sia un tema cruciale della nostra cultura e per promuovere quella necessaria critica e analisi della nostra condizione all’interno del fenomeno della svolta iconica.

Il volume, curato da Andrea Rabbito, è corredato dalle opere artistiche di Giovanni Zoda.

  • Copertina flessibile: 243 pagine
  • Editore: Meltemi (20 giugno 2018)
  • Collana: Biblioteca/estetica e culture visuali
  • Lingua: Italiano
  • Acquisto: https://amzn.to/3iT6IVB

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.