Berenice Abbott: Portraits of Modernity

Presso la Die Photographische Sammlung / SK stiftung Kult di Colonia in Germania fino al 12 luglio sarà possibile visitare la mostra di Berenice Abbott.

La retrospettiva dedicata alla grande fotografa Statunitense dal titolo: “Portraits of Modernity” è composta da ben 174 stampe originali, suddivise per capitoli tematici.

Oltre le stampe vi è anche una vasta quantità di materiale d’epoca. La mostra è ospitata fino al 12 Luglio presso la Die Photographische Sammlung di colonia in Germania.

Berenice Abbott, era una figura centrale e un importante che si divideva tra i circoli fotografici e i centri culturali di Parigi e New York.

Fu nel 1925 al Man Ray Studio che Abbott vide per la prima volta le fotografie di Eugène Atget . Dopo la morte di Atget, nel 1927, collaborò con Julien Levy , della Julien Levy Gallery di New York, per acquistare la maggior parte dei negativi e delle stampe di Atget, riportandoli a New York al suo ritorno nel 1929.

Arrivata a New York nel 1929, la Abbott fu colpita dalla rapida trasformazione del paesaggio urbano. 

Alla vigilia della Grande Depressione iniziò una serie di fotografie documentarie della città che, con il supporto dell’Amministrazione dei lavori in corso Federal Art Project dal 1935 al 1939, debuttò nel 1939 come mostra itinerante e pubblicazione Changing New York.

Il suo lavoro fu incluso in molte influenti mostre dell’epoca: tra cui il Salon de l’escalier ; Fotografie der Gegenwart ; Film und Foto e fotografia: 1839–1937 . 

Fu anche prodotta una mostra personale alla Julien Levy Gallery nel 1932.

Nel 1970, il Museum of Modern Art ha ospitato una retrospettiva di carriera.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.